Chi siamo
L’Anffas Sibillini opera nel territorio dell’Unione Montana dei Monti Azzurri da maggio 2013 e nasce dalla volontà di alcuni genitori dell’entroterra maceratese di creare un’associazione in grado di mettere in atto iniziative per la tutela dei diritti delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale e di sostenere le loro famiglie. L’obiettivo primario è quello di garantire la loro autonomia, il loro inserimento lavorativo e l’inclusione sociale. La nostra associazione annovera circa 80 familiari iscritti ed un numero sempre maggiore di ragazzi con difficoltà partecipa alle nostre attività.

E’ un’associazione di famiglie che ha l’obiettivo non di collocare i propri figli ma di accompagnarli attraverso un percorso che permetta loro di acquisire competenze e per gestire alcuni ambiti in autonomia. Particolare attenzione è stata dedicata al coinvolgimento nelle proprie molteplici iniziative ed attività non solo delle famiglie, ma anche di volontari e professionisti capaci di favorire un reale processo di inclusione sociale, nonché ad operare per sensibilizzare l’intera comunità locale, gli enti locali e le istituzioni del territorio.

L’ANFFAS Onlus Sibillini, parte integrante di una struttura nazionale unitaria, persegue le sue finalità sociali a favore di persone svantaggiate in situazione di disabilità intellettiva e/o relazionale attraverso i seguenti servizi:

  •   Attività di patronato sociale e di informazione alle famiglie;
  •   Attività di gruppo e individuali rivolta alle persone con disabilità;
  •   Attività  socio-occupazionali e ludico ricreative svolte in sede.

Anffas Onlus Sibillini ha come finalità la promozione delle seguenti attività:

  • stabilire rapporti con gli Organi Politici ed Amministrativi locali e Regionali, con Centri pubblici e privati operanti nel settore della disabilità;
  • promuovere e partecipare ad iniziative, anche in ambito legislativo, amministrativo e giudiziario, a tutela della persone con disabilità e loro famiglie;
  • promuovere e sollecitare la ricerca, la prevenzione, o la cura, l’abilitazione e riabilitazione del disabile, proponendo alle famiglie ogni utile informazione, anche di carattere normativo, sanitario e sociale ed operativo, proponendo la rimozione delle cause di discriminazione;
  • promuovere in tutte le sedi, il principio dell’inclusione sociale, in particolare l’inclusione scolastica, la qualificazione professionale e l’inserimento nel proprio contesto sociale e nel mondo lavorativo, attraverso il percorso di “ presa in carico”,
  • promuovere alla formazione, qualificazione e aggiornamento del personale di ogni ordine e grado.
Prima/Dopo terremoto 2016

Login utenti